Diade
Giovanni
Carradori
ITALY
Diade, nome d’arte di Giovanni Carradori, cantante e musicista, vive a Pesaro.
Dopo le prime esperienze in una rock band negli anni ottanta, con la quale esegue dal vivo classici del rock anni settanta, cantando e suonando il basso, inizia varie collaborazioni come cantante con diverse formazioni locali, toccando svariati generi, dal pop al progressive-rock, dal jazz-rock alla fusion.
In quegli anni fa anche qualche serata di piano bar in duo con un amico tastierista, ed inizia a prendere lezioni di pianoforte.
A metà anni novanta partecipa ad un paio di importanti concorsi per voci nuove: si piazza al secondo posto in uno di questi e conquista quello di vincitore assoluto nell’altro, cantando “Honesty” di Billy Joel.
Già all’età di 10 ed 11 anni era entrato nello studio di registrazione di una casa discografica di Bologna per registrare due LP consecutivi con un coro di voci bianche, in entrambi i casi come voce solista.
Ritorna in studio quasi vent’anni più tardi per registrare alla voce una traccia dell’album di un noto artista pesarese, pubblicato nel 1997, e poi, di nuovo, recentemente, per la realizzazione del primo CD di un gruppo soul locale, con il quale esegue alla voce un capolavoro del grande Marvin Gaye.
Nel frattempo continua a studiare canto e pianoforte da autodidatta, avvicinandosi sempre di più alle atmosfere ed armonie jazz, partecipa e si distingue ad un corso di canto gospel con il Reverendo Lee Brown, e ad un corso di canto jazz con la cantante e pianista Susanna Stivali.
Solo negli ultimi anni, dopo sporadici tentativi passati, decide di provare a scrivere proprie canzoni, concentrandosi soprattutto sulla parte musicale, che, frutto e sintesi delle tante influenze ricevute negli anni, forse si può considerare di genere alternative pop-rock, seppur spesso con sfumature soul e jazz.
Il suo primo singolo pubblicato, "Stop all the clocks", è interamente cantato, suonato ed arrangiato da lui.